Pestaggio di branco come per Willy: calci in testa e minacce

Willy pestaggio

Il pestaggio del branco scatenato da una falsa accusa

Poteva finire come Willy Monteiro Duarte il ragazzo che il 1° Giugno scorso, a Savona, è stato picchiato e minacciato con un coltello dal branco. L’aggressione, durata in tutto un’ora, è scattata quando uno dei cinque ha avvicinato la vittima ventiduenne nei pressi della stazione ferroviaria e l’ha accusata di aver rubato la borsetta ad un anziana. Il crimine si è rivelato del tutto inventato, ma è bastata all’aggressore per afferrare il ragazzo per i capelli e trascinarlo nel vicino parco di via del Pirandello, dove lo aspettavano gli altri picchiatori. La vittima innocente dell’ennesimo sfogo insensato di violenza è stata presa a calci in testa e ha riportato una lesione cranica e una frattura allo zigomo.

LEGGI ANCHE-> Viviana e Gioele investiti da furgone sequestrato in ritardo

Le videocamere riprendono il pestaggio: cinque arresti

Willy, pestaggio
Videocamere riprendono il pestaggio del ragazzo (foto dal web)

Per fortuna questa storia non è finita con la morte, come quella di Willy. Il ragazzo, dopo essere stato soccorso dai militari dell Stazione Ferroviaria e essere stato ricoverato per qualche tempo in prognosi riservata, è guarito. Il ventiduenne aveva inizialmente paura a denunciare i suoi aggressori ma le indagini degli inquirenti hanno ricostruito la dinamica dei fatti. Ma sono state le videocamere di sorveglianza cittadine ad incastrare i componenti del branco, tutti italiani tra i 22 e i 33 anni, che sono stati arrestati ieri mattina. Durante le operazioni sono stati sequestrati un tirapugni, un coltello a serramanico e uno sfollagente.

LEGGI ANCHE-> Willy, fratelli Bianchi negano omicidio ma ci sono le prove

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!