Varese, medico primario sospeso per insulti omofobi su paziente sedato

medico varese insulti omofobi

“Ma guardate se io devo operare questo frocio di merda. Non è giusto che in questo periodo di emergenza debba perdere tempo per operare questi froci”.

Questi sono i violentissimi insulti omofobi pronunciati il 25 Marzo da un medico, primario dell’azienda sanitaria Sette Laghi, contro un paziente sotto anestesia durante un intervento in un ospedale di Cittiglio, in provincia di Varese. Si tratterebbe di un’aggressione verbale gratuita e priva di senso che, se le parole riportate fossero quelle esatte, rivelerebbe le tracce di un’impostazione mentale secondo la quale alcune vite umane sono più importanti di altre.

L’episodio è stato denunciato in un esposto all’azienda Sette Laghi, al Tribunale per i Diritti del Malato di Varese e all’Ordine dei Medici. I presenti hanno riferito che il medico si sarebbe mostrato sin da subito agitato e nervoso nonostante l’intervento stesse andando bene. Dopo aver sentito gli insulti, si legge nell’esposto, un collaboratore avrebbe provato a chiedere al primario se avesse qualcosa contro gli omosessuali. Per tutta risposta quest’ultimo lo avrebbe cacciato dalla sala e avrebbe portato a termine il suo lavoro in maniera frettolosa reiterando i commenti omofobi. Contro l’uomo, adesso sospeso, l’Ordine dei Medici di Varese ha aperto un’inchiesta disciplinare.

Il presidente di Arcigay Varese Giovanni Boschini ha ringraziato le persone che hanno avuto il “senso civico” e il coraggio di denunciare. Hanno dimostrato, secondo lui, grande sensibilità verso il paziente, verso il quale Boschini ha espresso tutta la sua solidarietà. Il presidente ha inoltre specificato che sarebbe utile, prima che si verifichino altri episodi come questo, avviare un percorso di educazione alla diversità all’interno dell’azienda sanitaria Sette Laghi e si è dichiarato disposto a collaborare in tal senso.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!