Un altro afroamericano ucciso per asfissia dalla polizia

afroamericano asfissia polizia

Un video tenuto segreto per mesi mostra l’uccisione dell’afroamericano con disturbi mentali da parte della polizia.

Daniel Prude, un uomo afroamericano di 30 anni, era da poco arrivato a Rochester da Chicago insieme alla famiglia. Daniel soffriva di disturbi mentali ed è per questo che il fratello, quella mattina del 23 Marzo scorso, si è preoccupato scoprendo che l’uomo aveva lasciato da solo l’abitazione in cui si trovavano. Ha così chiamato il 911 per chiedere alla polizia di cercarlo, specificando la malattia di cui questo soffriva. La famiglia dell’uomo non poteva immaginare che proprio quella chiamata avrebbe portato Daniel Prude a morire in ospedale sette giorni dopo. Gli agenti che dovevano riportarlo al sicuro lo hanno ucciso.

LEGGI ANCHE-> VIDEO Los Angeles, la polizia uccide afroamericano: si riaccende la protesta

Il video che mostra l’intervento della polizia

afroamericano polizia
L’arresto di Daniel Prude (foto dal web)

Nel video, reso pubblico dalla famiglia poche ore fa, si vede Daniel Prude correre nudo per le strade di Rochester. Gli agenti intervengono, bloccandolo. Quando gli viene ordinato di mettersi a terra con le mani dietro la nuca non si ribella, ma continua ad urlare mentre i poliziotti lo ammanettano. Così gli viene infilata la maschera antisputo, uno strumento usato durante la pandemia per evitare il contatto degli agenti con la saliva degli arrestati. Proprio questa gli risulterà fatale. Nel video si sente Prude urlare di liberarlo dalla maschera che non gli permette di respirare. Al suo grido, così simile a quello di George Floyd diventato simbolo delle proteste contro la violenza e il razzismo della polizia, il poliziotto reagisce sbattendo la faccia dell’uomo a terra e tenendola premuta sull’asfalto. Gli intima di smettere di sputare. Mentre Prude soffoca, l’altro poliziotto gli blocca la schiena con un ginocchio. I due agenti iniziano a preoccuparsi solo quando Daniel inizia a vomitare. Secondo il medico legale si tratta di omicidio, perché l’afroamericano è morto per l’asfissia e la coercizione fisica. La procura di New York ha aperto un’indagine indagine i due agenti.

LEGGI ANCHE-> Jacob Blake, identificato agente che ha sparato. Biden sul caso: “Sarà fatta giustizia”- VIDEO

Se vuoi essere sempre informato, seguici anche su sulle nostre pagine FacebookInstagramTwitter Telegram

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!