“Ti devo uccidere”, le minacce di Michele Gaglione a Ciro

maria paola gaglione morta

Maria Paola è morta perchè il fratello le tagliava la strada e prendeva a calci lo scooter

Ti devo uccidere“, urlava Michele Gaglione inseguendo lo scooter guidato da Ciro Migliore, il fidanzato transgender di sua sorella Maria Paola. La folle corsa dei due veicoli, da Caivano fino ad Acerra, è durata sedici minuti, durante i quali Michele Gaglione non ha mai smesso di tentare di tagliare la strada e tirare calci e colpi alla moto sulla quale sedeva la sorella, morta nello schianto del mezzo contro una colonnina di cemento. La colpa della ragazza era, secondo il fratello, di essersi fatta “infettare” da un transessuale. Eppure Gaglione nega di aver spinto a terra la moto con mani e piedi, attribuisce tutta la colpa alla perdita di controllo del veicolo da parte di Ciro.

LEGGI ANCHE-> Catturato Johnny lo Zingaro, assassino evaso il 6 Settembre

Resta in carcere Michele Gaglione, si teme la vendetta sulla famiglia di Ciro

C’è anche quello di Michele tra i nomi dei parenti che danno l’annuncio della morte di Maria Paola “tragicamente venuta a mancare all’affetto dei familiari”. Però lui al suo funerale non ci sarà. Fortuna Basile, gip del Tribunale di Nola, esclude la scarcerazione per Gaglione. Secondo il gip, infatti, non ha importanza se sia stato o no Gaglione a sferrare il colpo fatale allo scooter: sono state la sua guida pericolosa, le sue minacce e i suoi colpi a far perdere il controllo a Ciro Migliore, rimasto peraltro ferito dai suoi pugni. A Gaglione vengono negati anche gli arresti domiciliari perché si teme che si voglia vendicare sulla sua famiglia del fidanzato della sorella, con la quale i parenti di Maria Paola non hanno un rapporto pacifico. La famiglia continua a difendere Michele, negando la colpa del ragazzo e rifiutandosi di credere all’inseguimento. I genitori hanno affermato di non aver fatto “discriminazioni sessuali” sull’amore di Ciro e Maria Paola, ma di essersi preoccupati per una frequentazione pericolosa. Tuttavia, alla fine, la ragazza è morta per colpa del fratello e non del fidanzato.

LEGGI ANCHE-> Paola, uccisa dal fratello per relazione con trans: la famiglia lo difende

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!