Speronata dal fratello perché ha una relazione con un trans, muore dopo essere caduta dallo scooter

Inseguita e speronata dal fratello perchè aveva una relazione con una persona trans, una ragazza di 22 anni cade dallo scooter e muore 

Una ragazza di 22 anni, Maria Paola Gaglione, aveva una relazione con una persona trans, che era in scooter con lei nel momento in cui sono avvenuti i fatti. La ragazza si trovava a bordo dello scooter quando suo fratello, Antonio Gaglione, 25 anni, aveva cominciato a inseguire e a speronare lo scooter della sorella, cercando di far cadere i due dal mezzo. I fatti sono accaduti l’altro ieri sera, quando la coppia era in viaggio da Caivano in direzione Acerra. Dopo un forte tamponamento, Maria Paola Gaglione, caduta dallo scooter, è morta all’istante, invece, il suo compagno Ciro, ancora sanguinante a terra, è stata picchiato violentemente dal fratello della vittima che lo accusava di aver plagiato la sorella, per fortuna, le sue condizioni non sono gravi.

LEGGI ANCHE ->Cagliari, mail scioccante: “No dipendente gay alla festa nel vostro locale”

Ragazza tamponata dal fratello perchè aveva una relazione con una persona trans: “Volevo darle una lezione, non ucciderla. Ma era stata infettata”

Maria Paola Gaglione
Maria Paola Gaglione (foto dal web)

Michele Antonio Gaglione non sopportava la relazione che sua sorella aveva con una persona trans e ha dichiarato ai carabinieri che la sua intenzione non era di uccidere la sorella ma di “darle una lezione. Era stata infettata“. Il ragazzo, ha cercato in tutti i modi di far cadere i due dallo scooter, fino a quando la sorella è caduta finendo su un tubo per l’irrigazione che le ha tranciato la gola. Poi, una volta che la ragazza era già a terra morta, Michele Gaglione ha riversato tutta la sua violenza contro Ciro. Michele Antonio Gaglione è ora in carcere per omicidio preterintenzionale e violenza privata aggravata dall’omotransfobia. Dure le parole del portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo, che invoca l’importanza di una legge seria contro l’omotransfobia: “La morte di Maria Paola Gaglione, di Caivano del Parco Verde, Napoli, è la storia di una ragazza lesbica, non accettata dalla famiglia e maltratta per questo lei e la compagna accusata di averla “infettata con l’omosessualità. Quanto accaduto, dimostra quanto siano duri i contesti che da tempo denunciamo con il nostro numero verde Gay Help Line 800 713 713, per questo serve una legge seria contro l’omotransfobia, che prevenga situazioni di questi tipo. Chiediamo giustizia per Paola, il colpevole non è solo il fratello, ma anche gli altri familiari che la hanno maltrattata ed hanno consentito quanto accaduto senza proteggerla e senza denunciare“.

LEGGI ANCHE ->Approvata la Legge contro l’omotransfobia in Campania, Arcigay: “Giornata storica”

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!