Scuola, studenti disabili senza insegnanti di sostegno: ne mancano 83 mila

disabili insegnanti sostegno (foto dal web)

È emergenza insegnanti di sostegno nelle scuole italiane. Mentre ieri poco meno di 5 milioni di studenti tornavano a scuola (anche se i dati del Ministero parlano erroneamente di circa 5,6 milioni), per moltissimi ragazzi o bambini con disabilità non è stato possibile, per penuria di docenti

Stando ai dati del Ministero dell’Istruzione, sono in tutto 268.671 gli studenti italiani con disabilità, ripartiti rispettivamente tra Scuola dell’Infanzia (19.907), Primaria (100.434), Secondaria di Primo grado (70.431) e Secondaria di Secondo Grado (77.899). Peccato che per molti di loro non è ancora possibile far ritorno in classe: mancano gli insegnanti di sostegno, circa 83 mila.

Tra le molte scuole del paese hanno così cominciato a rincorrersi le testimonianze più varie di bambini rimasti a casa: dalla dirigente scolastica di Pisa che ha ammesso la presenza di sole due maestre di sostegno nel proprio istituto per 14 ragazzi disabili, all’istituto Pio La Torre di Roma, in cui un ragazzino con la sindrome di down è stato addirittura rispedito a casa, dopo aver raggiunto la scuola: in questo caso l’assistente che era stato assegnato – come riporta il padre del bambino – “deve dividersi tra più istituti e le altre maestre non si prendono la responsabilità di tenere mio figlio in classe“.

LEGGI ANCHE -> Scuola, al secondo giorno pediatri già sommersi da richieste di tamponi

Scuola, Azzolina: “Carenza cronica di insegnanti di sostegno”

disabili insegnanti sostegno (foto dal web)
Lucia Azzolina (foto dal web)

Un dossier di Tutto Scuola, riguardante l’argomento, ha poi rilevato un’altra problematica: sono non meno di 170 mila gli alunni disabili (vale a dire il 59 %) che non ritroveranno in aula l’insegnante di sostegno dell’anno prima, come sarebbe auspicabile. In molti casi la questione è da ricondurre alla burocrazia delle graduatorie rinnovate, e alla loro stessa natura, che li fa prevaricare sui risultati ottenuti dall’insegnante di sostegno che segue il singolo bambino.

Non ha nascosto tali problemi la ministra Lucia Azzolina, che già nei giorni passati aveva previsto quanto accaduto, auspicando regole nuove circa il reclutamento dei docenti e riportando di una carenza cronica di specialisti“. In parte sono i posti messi a bando annualmente dalle Università a risultare non sufficienti, e a ciò si aggiungono le scarse immissioni in ruolo relative al sostegno. Ma mentre riguardo ai docenti si registra una carenza , la crescita degli studenti disabili è stata costante lungo gli ultimi 15 anni, e con essa l’emergenza.

LEGGI ANCHE -> Porno durante la lezione online: paura attacco hacker

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!