Sciopero della fame dell’attivista Aboubakar Soumahoro: “Il governo ascolti il grido di dolore”

Aboubakar Soumahoro

Poco fa il sindacalista dell’USB (Unione Sindacale di Base) e attivista italo-ivoriano laureato in Sociologia all’Università Federico II di Napoli, Aboubakar Soumahoro, ha pubblicato sulla sua Pagina Facebook un appello alle istituzioni:

“Oggi, inizio lo sciopero della fame e mi incateno qui a Villa Pamphili (entrata via Aurelia Antica, 183), dove si stanno tenendo gli Stati Generali, finché il governo non ascolterà il grido di dolore di noi invisibili e di tutti gli esclusi. Rimarrò qui finché il Governo non ci darà risposte chiare su 3 punti: (1) Riforma della filiera agricola; (2) Varo di un Piano Nazionale Emergenza Lavoro; (3) Cambio delle politiche migratorie.
Non lasciateci soli in questa battaglia, ma portateci la vostra solidarietà, le vostre sofferenze e i vostri sogni #nonsonoinvisibile

Soumahoro si occupa in particolare di organizzazione dei lavoratori agricoli e di lotta contro lo sfruttamento e il caporalato. Qui sotto il suo video di poco fa.

Oggi, inizio lo sciopero della fame e mi incateno qui a Villa Pamphili (entrata via Aurelia Antica, 183), dove si stanno…

Pubblicato da Aboubakar Soumahoro su Martedì 16 giugno 2020 

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!