Salva i fratelli da un incendio, morta in casa per asfissia

morta incendio (foto dal web)

Una donna di 49 anni, Patrizia Napolitano, è morta a Benevento per asfissia durante un incendio, dopo aver salvato la vita ai suoi tre fratelli 

Il tragico episodio è avvenuto poco prima dell’alba a Dugenta, in provincia di Benevento. Quasi certamente l’incendio ha cominciato a svilupparsi per un cortocircuito del frigorifero, propagandosi per la casa. La donna, Patrizia Napolitano, 49 anni, ha dato l’allarme ai tre fratelli, uno dei quali è affetto da disabilità. Uno di loro era subito corso via per cercare aiuto, mentre un altro, insieme alla donna, ha provveduto a portare in salvo il terzo, in stato di cecità. Si suppone che Patrizia Napolitano sia poi rimasta intrappolata dentro casa e forse lì svenuta per le esalazioni di fumo.

È il secondo incendio in due giorni a Benevento

morta incendio (foto dal web)
Vigili del Fuoco (foto dal web)

Sono arrivati sul luogo i carabinieri della compagnia di Montesarchio, i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118; le fiamme sono stante estinte in poco tempo, ma non v’era alcuna speranza per la donna. La salma è stata trasferita all’ospedale di Benevento “San Pio”, presso l’obitorio, dove si svolgerà l’esame autoptico. In questo momento l’abitazione è invece sottoposta a sequestro per accertamenti circa la natura dell’incendio.

Si tratta del secondo incendio avvenuto in appena due giorni nel territorio di Benevento: il precedente si era diffuso in località Contrada Cellaluro, dietro la Basilica della Madonna delle Grazie, danneggiando un’auto, una cascina, la pineta ed altri alberi del Parco archeologico vicino la contrada.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!