Omofobia: La commissione Giustizia adotta il testo di legge Zan

La commissione Giustizia della Camera ha adottato il testo del relatore Alessandro Zan sulla legge contro l’omofobia come testo su cui i partiti dovranno presentare i decreti
La maggioranza ha approvato,  Lega e Fratelli d’Italia hanno rifiutato, mentre Forza Italia si è astenuta dicendo che è stato un “segno d’apertura”.
I deputati di Fratelli d’Italia e i componenti della commissione Giustizia Carolina Varchi e Ciro Maschio, hanno dichiarato di essere totalmente contrari a questa legge in quanto liberticida, come anche detto dalla CEI.
Riguardo il termine liberticida ne abbiamo parlato in questo articolo ma in realtà la legge è solo un’aggiunta alla già esistente legge Mancino e aggiunge due punti al codice penale.

In cosa consiste La legge Zan?

La legge Zan contro l’omofobia punta ad introdurre l’orientamento sessuale e l’identità di genere tra le categorie di persone vittime di crimini d’odio. In questo modo si cerca di dare ancor più sicurezza alla comunità LGBTQIA+.
Spiegherò questa legge in maniera semplice: le persone non andranno a processo se pensano che una coppia omosessuale non debba adottare, seppur peccano di ignoranza.
La gente va a processo se, con la loro omofobia, fa del male ad altre persone e toglie loro la libertà.
Se l’odio fa licenziare una persona perché membro della comunità, vi fa picchiare, uccidere, deridere con violenza fisica o psicologica allora vi troverete nei guai con la legge, avrete commesso un crimine d’odio. La cosa migliore sarebbe aprire la mente e imparare ad accettare le persone senza pregiudizi.
La legge è un passo in avanti per migliorare il mondo, per renderlo un posto migliore dove tutti gli individui hanno pari diritti e possibilità.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!