Nuovo bonus per i pagamenti elettronici da dicembre: parte il “Piano cashless”

Pagamenti elettronici, bonus dal 1 dicembre

dal 1 Dicembre parte il “piano cashless” per ridurre al minimo l’uso del contante, tra le novità il riconoscimento di un bonus del 10% su tutti i pagamenti elettronici effettuati durante l’anno

Ieri si è concluso il primo incontro tra il presidente del consiglio Giuseppe Conte e le controparti degli operatori di gestione di carte di credito e di pagamenti elettronici, il cui principale obbiettivo era quello di trovare un accordo per il cosiddetto “piano cashback” per ridurre al massimo i pagamenti con il denaro contante ed incentivare l’uso della moneta elettronica, si è deciso per un termine ultimo che sarà in data 1 dicembre, entro la quale con il via libera della Corte dei Conti e del Garante per la Privacy si darà inizio al progetto che già era stato presentato nei mesi scorsi nel “Decreto Agosto“.

Le novità introdotte da dicembre saranno numerose, la prima sarà incentivare i contribuenti ad effettuare i pagamenti dei tributi tramite la piattaforma digitale PagoPa e le piattaforme bancarie che permetteranno una più veloce rendicontazione trasparente delle transazioni all’Agenzia delle Entrate. ll piano del governo punta tutto sui pagamenti elettronici cercando di invogliare in tutti i modi clienti e gestori di attività all’utilizzo della moneta elettronica riconoscendo ai piccoli esercenti un credito di imposta del 30% sulle commissioni pagate alle banche, le detrazioni fiscali arriveranno su tutti i pagamenti riscossi con bancomat o carta di credito dallo scorso 1 luglio ed inoltre sarà riconosciuto anche per l’utilizzo di buoni pasto elettronici.

La soglia dei pagamenti in contanti permessi sarà ridotta ulteriormente a 1.999.99 euro rispetto ai 2.999.99 già previsti, e dal gennaio 2022 il limite sarà portato a 999.99 euro.

Ma la grande novità per i consumatori sarà il riconoscimento di un bonus per ogni acquirente pari al 10% speso in modalità pagamento elettronico nell’anno, sarà previsto un minimo di 3000 euro di spesa, chi arriverà a tale cifra avrà un cashback che permetterà di recuperare 300 euro l’anno su tutte le spese effettuate. Previsto anche l’incentivo dell’uso di bancomat e carte per i piccoli acquisti, infatti per ricevere il bonus saranno imposte un numero di operazioni minime entro l’anno.

Tutto questo previsto dal “piano cashless” programmato dal governo, sul quale si sta accelerando in previsione di un periodo di transizione necessario. Intanto nella giornata di domani 9 settembre, Giuseppe Conte, insieme al ministro per gli Affari Ue Enzo Amendola presenterà anche le linee guida sull’utilizzo dei fondi europei che arriveranno grazie al Recovery fund.

LEGGI ANCHE -> Bonus 1.000 euro: a chi spetta e come ottenerlo

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!