Napoli, incontro in Prefettura sul tema delle minacce ai giornalisti

Napoli-Prefettura-Minacce-Giornalisti

Nell’area della Città Metropolitana di Napoli per arginare l’aumento di minacce ai giornalisti la Prefettura ha organizzato un incontro sul tema

È stata una riunione molto importante quella svoltosi ieri sull’aumento di episodi violenti che hanno visto coinvolti appartenenti al mondo del giornalisti. All’evento hanno partecipato il prefetto, Marco Valentini, il presidente della Federazione nazionale della stampa Giuseppe Giulietti,  il segretario del Sindacato unitario giornalisti della Campania, Claudio Silvestri, e il componente del Consiglio direttivo, Paolo Animato.
Una riunione che è seguita all’incontro del Centro di coordinamento sul fenomeno svoltosi il 4 marzo scorso al Viminale alla presenza del ministro dell’Interno Lamorgese. 

Un fenomeno, quello delle minacce ai giornalisti, che purtroppo ha preso sempre più campo nell’ultimo anno, nonostante la pandemia. Nel 2020 infatti sono aumentati gli atti intimidatori nella zona di Napoli, perpetrati anche attraverso l’uso dei social media. Un’attività che ha lo scopo di condizionare l’esercizio della libertà di stampa nella città partenopea per mezzo di minacce e calunnia.
Bisogna purtroppo registrare anche episodi di giornalisti costretti a barricarsi in casa per paura di ritorsioni non soltanto nei propri confronti ma anche nei riguardi della famiglia.

LEGGI ANCHE -> Il lockdown non ferma le baby gang: spaventosa aggressione a Torino

Dalla Prefettura collaborazione per arginare il fenomeno

Napoli Prefettura Minacce Giornalisti
Il prefetto di Napoli Marco Valentini (foto La Repubblica)

Nel corso dell’incontro sono stati stabiliti i primi contatti per la costituzione di un Tavolo permanente presso la Prefettura. Lo stesso Prefetto ha assicurato una costante attenzione ed un attento monitoraggio del fenomeno degli atti intimidatori nei confronti dei giornalisti.
Per potenziare la prevenzione, si è ritenuto di attivare un canale di comunicazione diretto tra l’Ordine dei giornalisti e i vertici delle Forze di Polizia. Il presidente dell’Ordine inoltre sensibilizzerà i propri iscritti a segnalare ogni episodio intimidatorio.
Queste misure che si aggiungono alla stretta collaborazione già esistente tra prefettura, le Forze dell’ordine e l’Ordine dei giornalisti, per  tutelare quei professionisti già destinatari di minacce nell’Area Metropolitana di Napoli.

LEGGI ANCHE -> Legge di bilancio 2021, sgravi fiscali per incentivare l’occupazione femminile

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!