Migranti, SOS dalla nave di Banksy: due ong intervengono in aiuto

sos banksy ong aiuto (foto dal web)

A seguito dell’SOS lanciato dalla Louise Michel, la risposta di due altre imbarcazioni umanitarie, la Sea Watch 4 e la Mare Jonio di Mediterranea, che tentano di raggiungere la nave dell’artista Banksy: “le autorità si vergognino”
Continua l’allarme lanciato dalla nave umanitaria Louise Michel, rimasta sovraffollata con 219 persone a bordo, tra cui donne bambini e un uomo morto. La nave non può attualmente essere manovrata, e l’equipaggio ha chiesto più volte aiuto tramite il profilo twitter. Dallo stesso profilo si è a conoscenza di diverse telefonate d’aiuto alla Guardia Costiera di Malta, Italia e Germania (la nave batte bandiera tedesca), cui non è stata data adeguata risposta.
L’ong Sea Watch 4 si trovava a sua volta al largo in attesa di un “pos”, ovvero un porto sicuro, ma ha cambiato rotta per assistere l’imbarcazione in maggiore difficoltà, dichiarando: “Poiché la Louise Michel non è in grado di manovrare mentre è alle prese con un altro disperato salvataggio, la Sea Watch 4 – (che si trova) ancora ad oltre 4 ore di distanza – ha cambiato rotta per assisterla. Il motivo? Perché le autorità europee negano l’assistenza ancora una volta. La Ue si vergogni!“. 
LEGGI ANCHE -> Migranti, SOS dalla nave di Banksy: “Un morto a bordo”

SOS Louise Michel, in aiuto anche la Mare Jonio di Mediterranea

sos banksy ong aiuto (foto dal web)
la Mare Jonio, di Mediterranea (foto dal web)

Intenzionata a partire per il soccorso anche la Mare Jonio di Mediterranea, che salperebbe dal porto di Augusta (Siracusa). In una nota: “Abbiamo deciso di intervenire, anticipando di 48 ore l’inizio programmato della nostra Missione 09, perché ad ora né le autorità maltesi né quelle italiane stanno prestando la necessaria assistenza a oltre 150 persone in imminente pericolo di vita“. Il viaggio durerà diverse ore ed auspicio dell’equipaggio è che “le unità militari della Guardia costiera italiana o quelle maltesi si decidano ad intervenire prima“.
Intanto, sempre su twitter, arrivano continui aggiornamenti dalla Louis Michel: il morto ora collocato in un sacco segue altri tre decessi del gruppo dei 130 migranti salvati dalla nave.


LEGGI ANCHE -> Allarme scuola: 300mila prof mancanti, PD attacca Azzolina

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!