Migrante incinta positiva al Covid partorisce in elicottero

migrante incinta partorisce elicottero (foto dal web)

Una migrante tunisina incinta ha partorito su un elicottero del 118 della Regione Siciliana che la stava conducendo a Palermo. La donna era approdata a Lampedusa e risulta positiva al Covid-19

Il parto è avvenuto con l’assistenza del personale del Sistema Sanitario regionale siciliano, dopo che la donna era stata soccorsa a Lampedusa – in cui è iniziato il travaglio – con adeguati sistemi di protezione, essendo risultata positiva al Covid. La donna era all’ottavo mese di gravidanza e comprensibilmente era stata messa in isolamento una volta accertata la sua positività al virus.Tutto il personale era stato messo all’erta già ieri sera, dal momento che la madre aveva accusato diversi dolori.

Il bambino è nato mentre l’elicottero, diretto all’ospedale Cervello di Palermo, sorvolava l’agrigentino. I medici che se ne sono occupati erano preparati a tale tipo di emergenza e sia la madre che il bambino si trovano adesso ricoverati nella struttura del capoluogo siculo, in attesa di cure ed esami previsti dal protocollo. Il Cervello è infatti anche il centro di riferimento locale riguardo il Covid-19.

LEGGI ANCHE -> Bielorussia, la foto del bacio tra due donne diventa simbolo di libertà

I ringraziamenti dell’assessore alla Salute ai medici che hanno assistito la migrante incinta

migrante incinta partorisce elicottero (foto dal web)
Il bambino partorito sull’elicottero (foto dal web)

L’assessore alla Salute della Regione Sicilia Ruggero Razza esprime parole di ringraziamento per i medici coinvolti: “Per noi il diritto alla salute di tutti è l’unica stella polare. Dalla quali non arretriamo e non arretreremo”. Nel frattempo, però, il centro di accoglienza di Lampedusa rischia ogni giorno di più il collasso. Al momento, tra il centro e la Casa della Fraternità – una struttura messa a disposizione dalla chiesa – si trovano poco più di mille migranti. Tra oggi e mercoledì, stando a dichiarazioni del Viminale, dovrebbero arrivare davanti Lampedusa almeno tre nuove navi quarantena, per evitare pericolose situazioni di sovraffollamento. Proprio domani a Roma, previsto un incontro del Premier Giuseppe Conte col Sindaco di Lampedusa Totò Martello e il governatore della Sicilia Nello Musumeci.

LEGGI ANCHE -> Scuola, grave boom di richieste di esonero dei “lavoratori fragili”

Se vuoi essere sempre informato, seguici anche sulle nostre pagine FacebookInstagramTwitter Telegram

 

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!