Viaggio nel mondo delle lingue: Luisa Calè, la traduttrice divisa tra Italia e Spagna

Luisa Calè è una traduttrice siciliana che vive tra la Sicilia e Madrid, con svariati anni d'esperienza in traduzioni dallo spagnolo e dall'inglese all'italiano. Ci ha parlato del suo colorato mondo immerso nelle lingue straniere
Viaggio mondo lingue Luisa Calè traduttrice Italia Spagna

Solo da qualche mese Luisa Calè è tornata in terra italiana, in Sicilia, dov’è nata e cresciuta dopo un’esperienza di cinque anni di vita vissuta a Madrid. Non ha messo però la parola fine alla sua avventura spagnola e vive tra i due magnifici Paesi europei.

Luisa è una traduttrice professionista da svariati anni, laureata in Lingue e con esperienze lavorative di traduzioni dallo spagnolo e dall’inglese all’italiano.

Ha realizzato e aperto da poco un suo sito web dove poterla contattare per i suoi servizi e in cui pian piano verranno implementate la sezione blog e portfolio. Potete trovarla cliccando qui: www.caletraduzioni.com, oppure andando sulla sua pagina Facebook a questo link: www.facebook.com/traduzionipalermo/.

Abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere sul mondo delle lingue con la traduttrice siciliana con metà cuore in Spagna

Intervista a Luisa Calè, la traduttrice divisa tra la Sicilia e Madrid

Viaggio mondo lingue Luisa Calè traduttrice divisa Italia Spagna
Logo di Calè traduzioni di Luisa Calè

Ciao Luisa, com’è nata la tua passione per le lingue e per il mondo delle traduzioni?

“Ciao Federica. Ti ringrazio di avermi dato l’opportunità di parlare del mio lavoro. È una passione che mi porto dietro fin da piccola, e direi innata, dato che non sono cresciuta in un ambiente multiculturale, perché la mia famiglia è 100% siciliana da generazioni. Eppure fin da piccolissima mi incuriosiva il mondo fuori dall’Italia. Alle elementari facevo finta di scrivere in inglese disegnando segni inintelligibili sul quaderno oppure mettevo una maglietta a righe e un cappellino alla mia Barbie e immaginavo che fosse una studentessa francese”.

Quali sono le traduzioni più complicate per un professionista che fa il tuo lavoro? 

“Direi che le traduzioni più complicate sono quelle che trattano argomenti che non conosci o che non capisci. Se quando devi tradurre un testo, non hai familiarità con l’argomento e la sua terminologia, il lavoro può risultare più complicato e richiede indubbiamente più tempo, perché per ogni parola nuova, soprattutto se è tecnica, devi fare ricerche su ricerche e verificare se la stai usando nel modo giusto. Se poi non capisci il testo di origine (perché sei negata in quel settore o perché è oggettivamente scritto male), può trasformarsi in un piccolo inferno”.

Preferisci di più tradurre dallo spagnolo o dall’inglese e perché?

“È come chiedermi: ‘vuoi più bene alla mamma o a papà?’ Li ami entrambi, anche se in modo diverso, perché con ognuno di loro vivi cose diverse. Al momento, avendo vissuto gli ultimi cinque anni della mia vita in Spagna, vivo lo spagnolo con maggiore naturalezza e spontaneità. Ma l’inglese è il primo amore, e come ben sai, quello non si scorda mai”.

Cosa diresti a un giovane che si sta avvicinando al mondo delle traduzioni?

“A un giovane che vuole intraprendere questa strada direi prima di tutto di crederci, di formarsi, di affrontarla seriamente. Non essere l’ennesimo traduttore improvvisato del tipo ‘a scuola andavo bene in inglese, traduco qualsiasi cosa a prezzi ridicoli, mentre faccio mille altri lavori complementari, tanto che ci vuole’. Questo profilo di lavoratori svilisce la nostra professione. A parte che, la scarsa professionalità alla fine viene sempre fuori e se ne paga il prezzo. O almeno così mi piace pensare. Ah e poi, gli direi di non arrendersi, ma quello vale per qualsiasi lavoro”.

Viaggio mondo lingue Luisa Calè traduttrice Italia Spagna
Luisa Calè

Quale lavoro realizzato da te ti ha dato maggiormente soddisfazione e ha riscosso più successo?

“Sia come traduttrice che come project manager (quella figura misteriosa che lavora all’interno delle agenzie di traduzione assegnando i lavori ai traduttori esterni), ho avuto modo di occuparmi di progetti di ogni tipo e con gradi di difficoltà molto vari: grandi volumi di parole con scadenze impossibili, file scansionati male, testi come puzzle da ricostruire, clienti con le richieste più disparate. Direi che il grado di soddisfazione è direttamente proporzionale alla difficoltà del progetto. Portare a termine con successo un progetto complicato è una grande piccola gioia. Quando poi ricevi la gratitudine e i complimenti del cliente, si vola. Se devo citare un progetto in concreto che ho amato fare e che, a quanto pare, il cliente ha amato leggere, è stata una serie di testi turistici sulla prefettura di Osaka, in Giappone. Sognavo ad occhi aperti ad ogni parola che traducevo”.

Vivi tra Italia e Spagna: un pregio e un difetto di entrambi i Paesi

“L’Italia e la Spagna sono così simili per alcune cose e così diversi per altre, che continuo sempre a stupirmi. Direi che un pregio dell’Italia è la resilienza, riassorbiamo gli urti senza romperci. Un pregio della Spagna è la solarità: la gente, la gentilezza, la voglia di condividere, è una fiesta ‘sin fin’, ma mantenendo la capacità di far funzionare le cose. Forse gli uni dovrebbero apprendere dagli altri”.

Ti potrebbe interessare anche -> El Festival DCODE vuelve a Madrid: los detalles del megaevento de música indie

Qual è il sogno più grande di Luisa Calè?

“Dal punto di vista professionale, il sogno dei sogni sarebbe quello tradurre un romanzo di un autore che amo, leggere il mio nome sul frontespizio. Attualmente non lavoro nel mondo editoriale ma mi piacerebbe addentrarmici. Per il momento ho solo seguito un corso sulla traduzione editoriale e faccio pratica come lettrice, leggo tanti romanzi, sia in italiano che in lingua originale. Diventare traduttrice editoriale è una sfida che mi riservo per il futuro”.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!