Liliana Segre compie 90 anni: gli auguri da parte delle istituzioni

Liliana Segre compie oggi 90 anni. Tante le attestazioni di stima delle istituzioni nei conftonti della senatrice a vita, dal Presidente della Repubblica al Presidente del Consiglio

La senatrice a vita Liliana Segre compie 90 anni e le istituzioni omaggiano la donna, testimone della Shoah. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto fare gli auguri a Liliana Segre per il suo novantesimo compleanno. Il Presidente Mattarella ha reso i suoi migliori auguri alla senatrice a vita, telefonandole questa mattina, ringraziandola per il forte impegno che continua a manifestare ricordando ciò che la Shoah è stata e per battersi a tutela delle minoranze, per i diritti di tutti, contro l’odio, la violenza e ogni forma di discriminazione. Gli auguri alla senatrice a vita sono giunti anche dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il quale ha ringraziato Liliana Segre per il suo impegno quotidiano contro ogni forma di discriminazione, scrivendo su facebook: “Auguri sinceri e calorosi alla senatrice Liliana Segre, la quale ha contribuito nel corso degli anni, con la sua forza morale e la sua testimonianza personale, a mantenere vivo il patrimonio di valori politici, morali e culturali della nostra comunità nazionale. Grazie senatrice Segre. Grazie per l’impegno quotidiano contro ogni forma di indifferenza, di odio, di discriminazione”.

Liliana Segre, dopo il silenzio durato decenni, l’impegno per non dimenticare

Liliana Segre
Liliana Segre (foto dal web)

Liliana Segre, dopo essere sopravvissuta ad Auschwitz, non aveva mai voluto raccontare tutto quello che aveva subito nel campo di concentramento, era un trauma molto forte per lei, come accade spesso ai sopravvissuti alla Shoah, un trauma che era doloroso ripercorrere e raccontare. Dal 1990, però, la decisione di Liliana Segre di raccontare ciò che è stato, affinchè si perpetuasse la memoria, è stata più forte di ogni sua paura,e da quell’anno, quindi comincia a raccontare la sua esperienza nelle scuole: “Spero che almeno uno di quelli che hanno ascoltato oggi questi ricordi di vita vissuta – ha detto in sua testimonianza – li imprima nella sua memoria e li trasmetta agli altri, perche’ quando nessuna delle nostre voci si alzera’ a dire ‘io mi ricordo’ ci sia qualcuno che abbia raccolto questo messaggio di vita e faccia si’ che 6 milioni di persone non siano morte invano per la sola colpa di essere nate. Altrimenti tutto questo potra’ avvenire nuovamente, in altre forme, con altri nomi, in altri luoghi, per altri motivi. Ma se ogni tanto qualcuno sara’ candela accesa e viva della memoria, la speranza del bene e della pace sara’ piu’ forte del fanatismo e dell’odio“.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!