Jacob Blake, identificato agente che ha sparato. Biden sul caso: “Sarà fatta giustizia”- VIDEO

Joe Biden sul caso Jacob Blake

Usa, identificato l’agente che ha ferito Jacob Blake, proseguono le indagini e le proteste. Il candidato presidente Biden esprime solidarietà alla famiglia e promette giustizia
Continuano le proteste a Kenosha nel Wisconsin, dove domenica scorsa un uomo afroamericano Jacob Blake di 29 anni è stato ferito da 7 colpi di pistola alla schiena sparati da un agente di polizia. Il video del fermo di Blake e della sparatoria ha riacceso gli scontri in tutti gli Stati Uniti provocando anche reazioni dalla politica e dal mondo dello sport.
L’agente di polizia che ha sparato a Jacob Blake è stato identificato ed il suo nome è stato reso noto: si tratta di Rusten Sheskey, in servizio da 7 anni presso il dipartimento di Kenosha. Lo ha reso noto il procuratore del Wisconsin, confermando di aver accertato che l’agente ha sparato a Blake mentre l’uomo stava tentando di entrare nella propria auto nella quale si trovavano anche i suoi tre figli. Il poliziotto è indagato ma per il momento non è ancora stato incriminato. Jacob Blake rimarrà paralizzato, la diagnosi è arrivata due giorni fa, in seguito ai colpi di pistola che gli hanno lesionato il midollo spinale. La famiglia di Blake ha parlato in conferenza stampa dichiarandosi profondamente arrabbiata, utilizzando dure parole di condanna non solo per quanto accaduto a Jacob ma riferendosi anche agli altri recenti episodi di razzismo da parte delle forze dell’ordine che stanno facendo infiammare le proteste del movimento Black Lives Matter.
Il padre di Blake ha espresso tutto il suo dolore e la rabbia, condannando la poca considerazione che sembra esserci da parte della polizia nei confronti della vita degli afroamericani: “Hanno sparato a mio figlio sette volte, sette volte. Come se non avesse importanza. Ma mio figlio è importante. È un essere umano, e questo conta” . Mentre la sorella di Jacob Letera Widman nel suo discorso ha ribadito quanto sia diventato purtroppo comune assistere agli episodi di violenza razziale: “Non sono triste. Non sono dispiaciuta. Sono arrabbiata. E sono stanca. Non ho pianto nemmeno una volta. Ho smesso di piangere anni fa. Sono diventata insensibile. Ho visto la polizia uccidere persone come me per anni.”
LEGGI ANCHE -> Usa, polizia spara a un afroamericano: si riaccende la protesta – VIDEO

Solidarietà a Jacob Blake, si ferma anche lo sport, Biden promette giustizia: il video

NBA chiede giustizia per Jacob Blake
NBA chiede giustizia per Jacob Blake (foto dal web)

In piena campagna elettorale si è espresso il candidato presidente democratico Joe Biden, sul caso Blake; ha pubblicato un video ieri, nel quale si dichiara amareggiato per l’accaduto “mi fa stare male” dice, e condanna la polizia esprimendo solidarietà alla famiglia di Jacob, promettendo di impegnarsi personalmente per fare giustizia. Ha poi chiesto a tutti i cittadini Americani di mettersi nei panni di tutte le madri e padri afroamericani che ogni giorno devono subire atti di violenza spinta dall’odio razziale dicendo.”Chiedetevi se questo è quello che volete che diventi l’America”.

Anche il mondo dello sport si è fermato, ancora una volta, per protestare unendosi al coro di manifestanti per Black Lives Matter, chiedendo giustizia per Jacob Blake. Ieri i giocatori dell’NBA e  quelli Major League Baseball hanno posticipato le partite previste, rifiutandosi di scendere in campo, si è unita anche la campionessa di tennis Naomi Osaka, bloccando l’incontro previsto per la semifinale dei Western & Southern Open Usa, dichiarando su Twitter“prima di essere atleta sono una donna nera, ci sono cose più importanti in questo momento, sto assistendo al genocidio delle persone di colore da parte della polizia, e questo mi fa stare male” .
Gli sportivi sono stati poi appoggiati e lodati per i loro gesti di protesta sia da Joe Biden che da Barack Obama che sempre su Twitter ha commentato: “questi giocatori sono un esempio da seguire per tutte le istituzioni, bisogna continuare a combattere per i valori in cui crediamo”.


LEGGI ANCHE -> Usa, Lebron James sul caso Jacob Blake: “In America siamo terrorizzati”

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!