Idris Sanneh, chi era il giornalista juventino innamorato di Napoli. Il ricordo di Palummella e Bartoletti

La storia di Idris Sanneh, giornalista nativo del Gambia "adottato" dal nostro Paese: il ricordo dell'amico Marino Bartoletti e di Palummella, ex capo ultras del Napoli
Idris Sanneh, chi era il giornalista juventino innamorato di Napoli. Il ricordo di Palummella e Bartoletti

Il mondo del giornalismo e dello spettacolo piange la scomparsa di Idris Sanneh, noto anche come Edrissa Sanneh, il giornalista originario del Gambia che è stato adottato dall’Italia e ha lasciato un segno indelebile nella cultura televisiva del paese. Si è spento ieri a 72 anni.

Idris Sanneh è arrivato in Italia nel 1972 con una borsa di studio dell’Università per Stranieri di Perugia. Fu un pioniere in molti sensi, diventando il secondo africano registrato come studente in Questura a Brescia. La sua dedizione agli studi e alla comunità lo portò a fondare la Consulta per gli immigrati, dimostrando il suo impegno per l’inclusione e l’uguaglianza.

Mentre continuava il suo percorso in Italia, Idris abbracciò la passione per la musica, iniziando come DJ nelle discoteche e nelle radio locali bresciane. Fu proprio questa passione contagiosa e il suo carisma che lo portarono a intraprendere la carriera di giornalista sportivo nel 1977 presso RTV-Radio televisione bresciana. Le sue abilità e la sua competenza lo fecero emergere, e nel 1989 partecipò e vinse Star 90, un programma di Canale 5 dedicato a scoprire nuovi talenti.

Tifoso sfegatato della Juventus ma innamorato pazzo di Napoli, Idris Sanneh trovò fama nazionale come ospite fisso nel popolare programma televisivo Quelli che che il calcio, condotto da Fabio Fazio.

Il ricordo di Gennaro Montuori alias Palummella di Idris Sanneh

La sua presenza carismatica e la sua conoscenza nel mondo dello sport lo fecero diventare una figura amata dal pubblico televisivo. È andato spesso ospite nella trasmissione Tifosi Napoletani di Gennaro Montuori sulle tv napoletane. Proprio l’ex capotifoso azzurro Palummella ha reso omaggio a Idris con un video pubblicato su TikTok.

@palummella6658RIP IDRIS. CHE GLI ANGELI TI ACCOLGONO IN PARADISO, ERA UNA BELLISSIMA PERSONA PIENA DI SENTIMENTI. TI PORTERÒ SEMPRE NEL MII CUORE.

♬ suono originale – palummella

Oltre alla sua carriera nel giornalismo e nello spettacolo Idris Sanneh si cimentò anche nel mondo del cinema. Nel 2005 partecipò con successo a una edizione de L’Isola dei Famosi, dimostrando il suo spirito avventuroso e la sua voglia di sperimentare nuove sfide. Inoltre, recitò in alcuni film, come Tifosi diretto da Neri Parenti.

La camera ardente è stata allestita nella sua casa di Bedizzole, in provincia di Brescia, dove amici, colleghi e fan potranno rendere l’ultimo saluto a questo grande uomo che ha fatto dell’Italia la sua casa e ha contribuito a renderla una terra di accoglienza e diversità. I funerali si terranno lunedì.

Ti potrebbe interessare anche -> Calciomercato Napoli, in arrivo Natan: chi è il difensore brasiliano che sostituirà Kim

La notizia della scomparsa del giornalista è stata data sui social da Marino Bartoletti

A dare notizia sui social della morte di Idris è stato Marino Bartoletti, ideatore di Quelli che il calcio: “Mi appare un sms col numero di Idris – scrive su Facebook Bartoletti . Sorrido: come sempre. Poi mi si gela il sangue! “Ciao care amiche e cari amici, Idris Sanneh ha lasciato questa terra oggi, di venerdì, il suo giorno preferito, accompagnato dalle sue Donne e da tanto Amore. La mancanza che sentiremo è superata solo dalla straordinarietà della sua vita, dei suoi insegnamenti e del suo cuore…

La sua presenza si rinnoverà ogni giorno nei cuori e nelle azioni di tutte noi… Inchallah Papà”. Mi chiamava “il mio Muzungo”, che stava per “grande fratello bianco”. E la nostra era veramente fratellanza pura, fatta di amore, di ironia, di complicità, di dolcezza. Era un uomo entusiasta, intelligente, tollerante, colto, spiritoso, riconoscente. Mi voleva un bene dell’anima. E io a lui! Quando usciva dalle righe mi chiedeva di “perdonarlo”. Ed era fin troppo facile, vista la sua candida bontà. Ma stavolta credo proprio che non ci riuscirò! In questo mondo di divisioni infami sapeva sempre unire, mai dividere! Se ne va veramente un pezzo della mia vita. Inchallah mon frère. Bon voyage”. 

Ti potrebbe interessare anche -> Vedi Napoli d’estate e poi torni 2023, il programma con tutti gli appuntamenti gratuiti (nuovi eventi)

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!