Futura in Tavola, ristorante Vairo del Volturno: chef Martino stupisce con menù di pesce

Ristorante Vairo del Volturno

Il ristorante Vairo del Volturno ha riaperto i battenti lo scorso 1° agosto e chef Martino stupisce con un menù di pesce di alta qualità
Il ristorante Vairo del Volturno ha una solida storia alle spalle. Fondato nel 1964 a Vairano Patenora in provincia di Caserta, è stato rinnovato negli anni nel design e nella cucina fino ad ottenere una stella Michelin dal 2007 al 2019. Il locale, dopo un periodo di chiusura legato all’emergenza covid-19, ha riaperto il 1° agosto con una nuova proposta culinaria. Ma prima di raccontare l’esperienza gastronomica è d’obbligo fare qualche accenno agli ambienti e al servizio.
L’ingresso esterno del ristorante è accogliente e ben curato. Non è su una strada principale, ma con i moderni mezzi tecnologici è facilmente raggiungibile. Una volta entrati all’interno si viene catapultati qualche decennio indietro nella storia. L’arredamento, per quanto sia curato nei minimi dettagli, risulta un po’ âgé. Piacevoli alla vista le piante ornamentali e l’atmosfera è comunque accogliente. La mise en place è inappuntabile come anche la professionalità del servizio.
LEGGI ANCHE -> Cosa dovreste sapere su Mc Donald: i segreti svelati da una ex dipendente VIDEO

Vairo del Volturno, il menù di chef Martino

Chef Renato Martino
Chef Renato Martino (Foto Futura News)

Veniamo ora alla proposta culinaria di chef Martino. Cosa si può mangiare al Vairo del Volturno? Innanzitutto bisogna dare una nota di merito alla carta dei vini. Non si trova così spesso una così ampia scelta accompagnata anche da prodotti di pregio. Per quanto riguarda il menù, oltre ai piatti à la carte, ci sono tre proposte di degustazione: menù vegetariano, menù di territorio e menù di pesce. E su quest’ultimo chef Martino sembra aver effettuato una vera e propria scommessa. Nel caso in cui si scelga una delle tre proposte, le portate vengono anticipate da un’entrée a cura dello chef (con assaggi caldi e freddi vari che fanno iniziare bene l’esperienza) e un piatto contenente prodotti panificati (focaccia, casatiello, grissini molto deliziosi). Il menù provato è stato quello di pesce, scelta insolita quella di proporlo nell’alto casertano. L’antipasto (crostacei, pesca e pomodoro) risulta già interessante alla vista. Il gambero era squisito e freschissimo, ma all’assaggio c’è stato un piccolo problema: la pesca, che aveva un ruolo interessante nel connubio anticipato, risultava un po’ eclissata dal pomodoro. Il primo, mezzi paccheri con ragù di pesce e polpo arrostito, ha soddisfatto il nostro palato. Anche in questo caso il pomodoro è sembrato predominante, ma nel complesso il piatto non aveva nulla da eccepire. A seguire è stata la volta della ricciola in brodo di timo e limone. Il pesce è stato esaltato nella sua freschezza al massimo livello grazie ad una cottura perfetta e un abbinamento azzeccato. Il pasto si è concluso con un assaggio di piccola pasticceria che, non ce ne voglia il cuoco, è senza infamia e senza gloria. Ad ogni modo trovare del pesce di così alta qualità e maneggiato in maniera sapiente ci ha stupito piacevolmente.
LEGGI ANCHE -> Dieta no carb per dimagrire: sfatiamo un FALSO MITO

Chef Renato Martino, la partenza dopo il Covid

Chef Renato Martino è un professionista umile e alla mano. “La ripartenza dopo il covid ci ha dato conforto” ha ammesso soddisfatto. I clienti alla riapertura non sono mancati fortunatamente. “Ci abbiamo messo un po’ per riaprire per essere sicuri di ritornare in maniera ottimale e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza imposte dal governo”. Lo chef ha poi commentato la sua proposta culinaria. “Oltre alla cucina del territorio per me è importante poter offrire anche un menù vegetariano. Il menù di pesce è la mia scommessa. Scelgo prodotti di prima qualità personalmente e mi piace proporre qualcosa che non ci si aspetta in questa zona. Mi piace cucinarlo e voglio sempre mettermi in gioco”.
Chef Martino è socio onorario dell’associazione Jeneus Restauraters d’Europe, tra cui figurano come soci effettivi anche Gennaro Esposito e Cristiano Tomei, i giudici del seguitissimo programma Cuochi d’Italia trasmesso su Sky Uno. I ristoranti della JRE si contraddistinguono per essere i migliori sul mercato europeo, tra prodotti di alta qualità e atmosfere da sogno. E chef Martino ci rientra a pieno titolo.
Ulteriori informazioni disponibili sul sito ufficiale del ristorante Vairo del Volturno

LEGGI ANCHE -> Stanchezza? I migliori cibi estivi per “ricaricare le energie”

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!