Ex Ilva: le polveri alzate dal vento invadono Taranto

Polveri ex Ilva

L’ex Ilva continua a fare paura, il vento di ieri ha generato una tempesta di polveri di carbone e minerali che si è abbattuta su Taranto

Ogni volta che a Taranto si solleva il vento, l’ex Ilva dimostra a tutta l’Italia di cosa è capace: polveri di carbone e minerale, altamente tossiche, si spargono nell’aria. Nella giornata di ieri, la forte perturbazione meteorologica ha contribuito a rendere evidente quello che l’ex Ilva rappresenta e che tutti, meno che i tarantini, spesso dimenticano. Una nube di polvere si è alzata e ha avvolto la città con la sua cappa di veleno. La tromba d’aria ha scaraventato la polvere di ferro nelle strade, sui balconi delle case. L’ex Ilva continua a lasciare traccia di sé, con la sua polvere rossa che continua a colorare le pareti delle abitazioni, si sedimenta, le segna.

Tromba d’aria a Taranto, l’aspettativa di vita della popolazione ridotta a causa dell’ex Ilva

L’Ilva è sempre stato un mostro di cui avere paura, i tarantini conoscono bene cosa significa convivere con l’inquinamento prodotto dalla più grande acciaieria d’Europa. A Taranto esistono i “wind day“, espressione che potrebbe far immaginare giornate molto ventose, quindi, un normale avvenimento meteorologico. Questo se ci si trovasse in qualsiasi altra città, ma non a Taranto. In queste giornate ventose, che sono a volte previste con qualche giorno d’anticipo, le scuole della città chiudono e i tarantini devono barricarsi in casa. Per evitare di respirare una grande quantità di polveri e cercare di tutelare la salute della popolazione, vengono predisposte queste misure, ovviamente insufficienti.

Le associazioni ambientaliste e i comitati tarantini, infatti, si battono da anni per ottenere la chiusura dell’ex Ilva. Troppe morti ha causato e continua a causare il “mostro d’acciaio“, a causa del quale nella provincia tarantina si registra la più alta incidenza di tumori della Puglia. E, soltanto con la tromba d’aria di ieri “si sono dimezzate le nostre aspettative di vita. Chiudete l’Ilva”, dichiarano i membri del movimento Giustizia per Taranto.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!