Covid, bollettino dell’8 settembre: i dati di oggi

bollettino covid (foto dal web)

La situazione dell’epidemia da Covid-19 in Italia, nel consueto bollettino  della Protezione Civile. Oggi 1.370 nuovi casi e 10 deceduti per il virus

Torna a salire il numero dei contagi registrati in Italia. Non è una sorpresa, dato che il fine settimana corrisponde sempre a una minore quantità di tamponi effettuati. Perlomeno, siamo lontani dai valori massimi della settimana scorsa. Per la precisione oggi 1.370 persone in più hanno contratto il Coronavirus, ieri erano 1.108).

Dieci persone si aggiungono alla lista dei deceduti. 143 coloro che al momento si trovano in terapia intensiva, uno in più rispetto a ieri. In isolamento domiciliare si trovano 31886 cittadini, con un incremento di 754 unità. I guariti sono invece 563, laddove ieri erano 223. I tamponi somministrati sono stati in tutto 92.403.  

LEGGI ANCHE -> Covid, preoccupante focolaio a Polignano, 78 positivi

Bollettino dell’8 settembre. A Verona comincia la sperimentazione del vaccino

bollettino covid (foto dal web)
Bollettino 8 settembre (screenshot da salute.gov.it)

Lombardia sempre prima per numero di nuovi contagi, oggi 271. Segue la Campania, con 249, ma nessuna regione comunque si trova a zero contagi attualmente. Si è registrato un importante focolaio a Polignano a Mare, nel territorio di Bari, con 78 dipendenti di un’azienda ortofrutticola – la Sop – contagiati. Un cluster Covid mette in allarme anche a La Spezia, tanto che anche il governatore della Liguria Giovanni Toti si è espresso in merito: “Continuiamo a monitorare con grande attenzione la situazione del cluster […] questa notte ci sono stati una decina di ricoverati, ma fortunatamente anche le prime dimissioni dagli ospedali e la maggior parte dei malati non è in condizioni preoccupanti“.

Altri casi eclatanti in Trentino, col primo bambino del nido riscontrato positivo e un bambino contagiato a Crema: tutta la classe starà a casa per precauzione. Intanto all’ospedale di Verona è cominciata la sperimentazione del vaccino italiano: sei volontari – tutti veronesi – hanno subito l’inoculazione. Se gli esiti saranno positivi, la fase 2 e 3 della ricerca potranno aver inizio entro la fine dell’anno.

LEGGI ANCHE -> Covid, ecco perché il vaccino va prima ai giovani

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!