Conte visita a sorpresa a scuola, ma in quella di suo figlio lezioni a singhiozzo: le proteste dei genitori

Conte, proteste nella scuola del figlio

Scuole, Conte visita a sorpresa un istituto di Roma, ma nella scuola dove va suo figlio l’inizio dell’anno non è partito come previsto e le mamme protestano

Si continua a discutere sull’inizio dell’anno scolastico che sta subendo ritardi e problemi di gestione inevitabili un po’ in tutta Italia, tra le prime classi costrette a sospendere la didattica per mancanza di docenti e supplenti a quelle che hanno dovuto mandare gli studenti in quarantena già al primo giorno per casi di covid. Oggi Il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha fatto una visita a sorpresa e si è recato presso un istituto romano di periferia dove si è rivolto a dirigenti scolastici e studenti per chiedere se ci fossero eventuali criticità riscontrate. Il governo sta  in questi giorni rassicurando tutti sulla sicurezza e sull’impegno nel superare i problemi che dovessero presentarsi, ma ovviamente non tutti sono d’accordo e molti fatti lo stanno dimostrando.

Il caso più recente di problemi riscontrati si sta verificando proprio nella scuola dove va a lezione il figlio del presidente. L’istituto comprensivo del quartiere Prati a Roma, nel quale solo pochi giorni fa lo stesso Giuseppe Conte si era fatto immortalare dai fotografi mentre accompagnava suo figlio al primo giorno di lezione, sta avendo seri problemi organizzativi per quanto riguarda le lezioni. Essendo una scuola media ed elementare infatti non è possibile far svolgere agli alunni la didattica da casa e mancando numerosi docenti in questo momento i ragazzi stanno andando a scuola solo un giorno a settimana. Questa mattina molti genitori si sono dati appuntamento proprio davanti all’istituto per protestare. In particolare si lamentano tutti dei giorni di lezione persi e del fatto che i dirigenti avvisano le mamme giorno per giorno in base alla disponibilità di docenti, in questo modo molti saranno costretti a far cambiare scuola ai figli, in un altro quartiere o addirittura iscriverli a scuole private.  Il padre di uno degli studenti intervistato questa mattina ha dichiarato di aver invitato anche il presidente del consiglio alla protesta in quanto il problema lo tocca particolarmente da vicino. Un’altra mamma indignata ha invece detto di non poter neanche andare a lavorare perchè i suoi due figli invece di seguire le lezioni vengono lasciati sempre a casa con un minimo preavviso, impossibile per organizzare alternative, ed ha aggiunto ” Questo è il fallimento della scuola pubblica“.

LEGGI ANCHE -> Omicidio Willy: assassini VIP ‘grazie’ al reddito di cittadinanza

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!