Carinola, viaggio tra storia e tradizioni con la visita guidata della Cooperativa Lilladis

Un tuffo nel passato che si fa presente a Carinola, un affascinante borgo del casertano: tra storia, tradizioni, leggende e l'interessante visita guidata organizzata dalla Cooperativa Lilladis con pranzo e degustazioni di prodotti tipici del territorio senza dimenticare il buon vino
Carinola, viaggio tra storia e tradizioni con visita guidata della Cooperativa Lilladis

Carinola vanta diversi edifici storici di interesse turistico e culturale: il centro cittadino si è conservato principalmente nelle sue forme originali. All’ingresso settentrionale del borgo medievale si trova il castello cittadino. Nella frazione di Ventaroli sorge la basilica di Santa Maria in Foro Claudio. Questa cattedrale in stile romanico è famosa per i dipinti che raffigurano i lavori dell’epoca.

A Casanova si trova il Convento di San Francesco, risalente al XIII secolo, che è stato oggetto di un’importante opera di restauro nel 2007, famoso per la sosta che vi fece San Francesco. A Carinola si trova l’ex-cattedrale di San Bernardo di Carinola, costruita in stile gotico.

Nella frazione di Nocelleto c’è la chiesa dell’Annunziata, risalente al IV secolo d.C. Recentemente sono stati scoperti dei bellissimi affreschi nella navata destra della Chiesa Parrocchiale e nel centro storico si possono ammirare archi di origine catalana.

Ti potrebbe interessare anche -> Alla scoperta di Cefalà Diana (Palermo), Terme Arabe e Castello Normanno – FOTO

Carinola: la storia di Antonietta Fava, la giovane a cui apparve la Madonna

Inoltre nella frazione di Casale si trova il Santuario di Maria Santissima delle Grazie risalente al 1400, dove, intorno al 1600, la Madonna sarebbe apparsa a una ragazza del luogo di nome Antonietta Fava. La giovane, che all’epoca di dodici anni, ogni sera, sia d’estate che d’inverno, dopo una lunga giornata di fatiche, veniva costretta ad andare nella zona dove ora sorge una cappella per lavare i panni.

Antonietta, spaventata e stanca, invocava e pregava la Madonna. Un giorno la Madonna le apparve incoraggiandola a lavare i panni che, senza sforzi, uscivano pulitissimi. La sua matrigna, stupita e allarmata dalla velocità con cui la ragazza tornava a casa e dalla bianchezza dei panni, iniziò a sospettare qualcosa. Aumentò il lavoro e la maltrattò, ma il risultato era sempre lo stesso.

Alcuni curiosi si appostarono per spiare la piccola Antonietta ma videro soltanto una luce che le illuminava il cammino e sentirono delle voci. Su richiesta del parroco la ragazza chiese alla Madonna come comportarsi e Lei le ordinò di rivelare tutto e di far sapere che i casalesi dovevano erigere una cappella nel luogo dell’apparizione. Adesso questo racconto è testimoniato dal Santuario di Santa Maria Delle Grazie a Casale di Carinola.

Ti potrebbe interessare anche -> Napoli “Sott’ A Statua”: Un Amarcord in Piazza Bellini

L’itinerario storico, artistico ed enogastronomico della Cooperativa Lilladis

La Cooperativa Lilladis offre ai turisti desiderosi di visitare Carinola un itinerario storico artistico ed enogastronomico. Rispetto al tradizionale itinerario è possibile anche concordare qualsiasi variazione direttamente con la Lilladis.

L’arrivo è previsto a Carinola in piazza O. Mazza, dove i turisti saranno accolti dalla socie della cooperativa. La visita inizierà nelle sale espositive dell’antico palazzo Catalano, Palazzo Petrucci XV, dove vi sarà la pausa caffè offerta dalla Lilladis.

Le tappe della visita guidata:

  • Visita al Museo della Civiltà Contadina
  • Cattedrale, con visita al Museo Menna (reperti religiosi)
  • Palazzo Marzano
  • Resti del Castello Normanno (solo esternamente)
  • Chiesa dell’Annunziata
  • Casanova, frazione di Carinola, visita al Convento al Convento francescano, famoso per la sosta, che vi fece San Francesco
  • Ventaroli, frazione di Carinola Basilica di Foro Claudio

Prima della partenza sarà offerto un omaggio a tutti dalla Cooperativa Lilladis.

La visita guidata ai monumenti ha un costo di 10 euro a testa.

Pausa pranzo a Nocelleto presso il Ristorante/Pizzeria “U Muraglione”
Menù:
Antipasto
Vassoio centrale
Olive nere, bruschette prosciutto crudo, bocconcini di mozzarella, formaggio pecorino, pancetta e capocollo paesano. Tutto in abbondanza. Pane fatto in casa.
Primo Piatto
Pasta (fatta in casa) e fagioli con cotica o zuppa di fagioli.
Secondo Piatto
Broccoli e salsiccia paesana, frittata di patate e frittata con cipolle.
Bevande
Vino rosso Telaro di Roccamonfina
Birra alla spina o
Birra Peroni o
Birra Nastro Azzurro o
Acqua naturale e frizzante Ferrarelle
Frutta di stagione
Dolce
Tiramisu’
Caffe e amaro
Costo: 25 euro a testa

Seguirà poi a Carinola una visita al vigneto e alla Cantina Pagano con degustazione di 4 vini con abbinamento di prodotti tipici del territorio al costo di 17 euro oppure una degustazione di 3 vini con abbinamento di prodotti tipici del territorio al costo di 12 euro.

Carinola, viaggio tra storia e tradizioni con visita guidata della Cooperativa Lilladis

Pagina Facebook Lilladis Cooperativa Sociale

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!