Brescia: aggredito e picchiato per la sua giacca

Brescia aggredito giacca

Aggredito da un gruppo di sei ragazzi in centro a Brescia. Lo hanno picchiato a causa della sua giacca

Il giovane di venti anni che ha sporto denuncia ai carabinieri, ha affermato di essere stato colpito al volto da un pugno dopo che gli aggressori gli hanno detto che la sua era una giacca da gay. A piazza Tebaldo, in centro a Brescia, era già avvenuto un pestaggio ai danni di un ragazzo di quindici anni nella notte tra venerdì e sabato della scorsa settimana. Questa volta l’aggressione al 20enne è accaduta attorno alle una e trenta di notte difronte ad un distributore automatico di sigarette. Il ragazzo racconta che prima il gruppo lo ha avvicinato dicendo che la sua era una giacca da gay, poi uno di questi lo ha colpito in pieno volto e sono scappati.

LEGGI ANCHE -> Vaccino Covid-19: Speranza, i primi saranno medici ed anziani

Una volta tornato dai suoi amici, ha deciso di sporgere denuncia. Nel mentre ha incontrato una pattuglia è ha raccontato tutto. I carabinieri li hanno individuati poco dopo. Durante l’identificazione c’è stato un nuovo scontro verbale ed uno di essi è stato colpito da uno schiaffo al volto. In seguito i ragazzi sono andati presso l’ospedale più vicino per farsi medicare le ferite.

LEGGI ANCHE -> Willy, ucciso per sedare una rissa

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!