Bonus Veicoli Sicuri per far fronte agli aumenti delle revisioni auto: come richiederlo

Ancora possibile fino al 31 dicembre richiedere il Bonus Veicoli Sicuri tramite la piattaforma del Ministero del Trasporti
Bonus Veicoli Sicuri: il contributo per far fronte agli aumenti delle revisioni auto

Il Bonus Veicoli Sicuri, la misura per far fronte all’aumento del costo della revisione auto, è ancora disponibile fino al 31 dicembre 2023, data in cui chiuderà definitivamente l’iniziativa.

Il decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, prevede il riconoscimento, a titolo di misura compensativa dell’aumento, di un buono per l’importo di euro 9,95.

Il contributo è erogato in favore dei proprietari di veicoli a motore che, dal 1° novembre 2021 e per i successivi tre anni, sottopongono il proprio veicolo alle operazioni di revisione.

Ma attenzione: il Bonus Veicoli Sicuri è consentito per un solo veicolo a motore e per una sola volta.

In realtà, anche se non tutti lo sapevano, il contributo per le revisioni effettuate nel corso del 2023 era disponibile già dalle ore 9:00 del 3 aprile 2023.

Ti potrebbe interessare anche -> “Carta Dedicata a te” e bonus benzina di 75-80 euro: tutto quello che c’è da sapere

Come accedere al Bonus Veicoli Sicuri

Bonus Veicoli Sicuri: il contributo per far fronte agli aumenti delle revisioni auto
Banconota 10 euro con fiocco (Foto da Pixabay)

Per richiedere il Bonus Veicoli Sicuri è sufficiente collegarsi alla piattaforma messa a disposizione dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili al link www.bonusveicolisicuri.it, accreditarsi tramite SPID, CNS e CIE e presentare istanza compilando il modello disponibile sulla piattaforma stessa.

Per chi non è in possesso dello SPID, ossia del sistema pubblico di identità digitale per accedere ai servizi digitali delle amministrazioni locali e centrali, sulla piattaforma stessa vi è un link che riporta alla pagina dove sarà possibile trovare tutte le istruzioni per l’attivazione.

Cliccando su Gestione contributo sarà possibile inserire i dati del beneficiario, la targa del veicolo, il proprio indirizzo mail, ed infine le proprie coordinate bancarie: l’art. 5 del decreto 24 settembre 2021 disciplina infatti il rimborso del contributo su conto corrente.

Ti potrebbe interessare anche -> È morto Matthew Perry, il Chandler di Friends: il messaggio di cordoglio dei creatori della sitcom

Non si conoscono i tempi di attesa per ricevere l’accredito sul conto, è pertanto consigliabile monitorare periodicamente lo stato della richiesta.

Foto in evidenza da bonusveicolisicuri.it

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!