Bonus e aiuti per l’Italia post Covid: quando e come arriveranno

Decreto rilancio bonus Covid

L’emergenza Covid e il lockdown hanno creato molte difficoltà economiche. Molte attività commerciali sono fallite e hanno lasciato a casa i dipendenti. I genitori da un giorno all’altro si sono ritrovati i bambini in casa per la chiusura delle scuole senza avere spesso nessuno a cui lasciarli. Perciò lo Stato ha deciso di predisporre aiuti e bonus. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Gli aiuti dello Stato per la disoccupazione seguita al lockdown

Per chi ha perso il lavoro ci sono le indennità di disoccupazione Naspi, che vengono assegnate entro il 15 del mese successivo alla richiesta, e i Bonus Renzi ai percettori Naspi, erogati dal 20 al 31 del mese seguente. Sono entrambi percepibili tramite l’INPS come accrediti sul conto corrente bancario o postale o su libretto postale oppure come bonifici presso l’ufficio del CAP di residenza o domicilio.
I beneficiari del Reddito di Cittadinanza possono riceverlo tramite l’apposita Carta Reddito di Cittadinanza, strumento di pagamento rilasciato dalle Poste. Chi ha presentato la richiesta entro il 30 Giugno riceverà il primo pagamento entro il 15 Luglio e poi il resto entro il 27. Chi invece richiederà il Reddito di Cittadinanza entro fine mese lo percepirà a metà Agosto.
Per quanto riguarda il Reddito di Emergenza 2020, introdotto dal Decreto Rilancio del 19 Maggio, il pagamento avverrà entro il 15 Luglio sia per chi lo ha percepito già Il mese scorso presentando la richiesta entro il 31 Maggio. Le stesse date valgono per coloro che hanno fatto domanda per il sussidio entro il 30 Giugno e quindi ne hanno diritto per il primo mese. Le modalità di pagamento sono analoghe a quelle per l’indennità di disoccupazione.

I bonus per le famiglie e i bambini

Stesse modalità, con l’aggiunta della possibilità di ricevere i soldi tramite la carta prepagata con Iban, anche per il Bonus Bebè, che ai genitori dei nuovi nati arriverà tra il 15 e il 20 Luglio, e per l’estensione del Bonus Baby Sitter. Riguardo quest’ultimo la novità è che ora vale anche per i centri estivi e per altri servizi per l’infanzia. Le tempistiche in questo caso dipendono dal giorno di presentazione e dalla correttezza nella compilazione della domanda.
Invece il Bonus Baby Sitter introdotto prima, con il Decreto Cura Italia, viene erogato entro il 15 Luglio se il richiedente ha presentato i dati della prestazione entro il 3 Luglio. Se invece la richiesta è avvenuta dopo quella data, il pagamento slitta al 15 Agosto. In entrambi i casi questo Bonus Baby Sitter arriva tramite il Libretto di Famiglia intestato al richiedente.

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!