Bonus 1.000 euro: a chi spetta e come ottenerlo

Bonus 1000 euro

Oltre 500mila professionisti potranno ricevere il bonus per il mese di maggio confermato dal decreto agosto

Tra le novità del decreto agosto vi è il bonus per i professionisti per il mese di maggio. L’importo è di 1.000 euro e viene assegnato in automatico a chi ha già percepito il contributo a marzo e aprile, mentre gli altri lavoratori dovranno richiederlo alla propria cassa di previdenza. A poter usufruirne dell’indennità sono più di 500mila professionisti, come avvocati e architetti, iscritti agli enti di previdenza obbligatoria di diritto privato. Questa misura è stata introdotta in seguito all’emergenza Coronavirus ed è destinata agli iscritti delle casse di previdenza che possiedono i requisiti per accedere al reddito di ultimo istanza per la terza mensilità. A marzo e aprile il bonus era di 600 euro, a maggio invece l’importo sale a 1.000 euro.

LEGGI ANCHE-> Covid-19: novità sull’uso del cortisone per i pazienti gravi

Bonus 1.000 euro: chi può accedere e come presentare la domanda

Bonus 1.000 euro: presentazione domanda
Bonus 1.000 euro: presentazione domanda (foto dal web)

Possono richiedere il bonus gli iscritti alle casse previdenziali di diritto privato. Vi sono però alcuni requisiti da rispettare: è escluso l’accesso ai titolari di pensione o di un rapporto di lavoro subordinato con contratto a tempo indeterminato. Può accedervi chi ha un reddito complessivo, per l’anno di imposta 2018, non superiore ai 35mila in caso di attività limitata a causa dell’emergenza e tra i 35mila e i 50mila euro in caso di cessazione, riduzione o sospensione dell’attività a causa del Covid. Per cessazione è intesa la chiusura della partita Iva tra il 23 febbraio e il 31 maggio. Per riduzione o sospensione, invece, si fa riferimento ad un calo del fatturato del 33% nel primo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo.

Per chi ha già percepito il contributo a marzo e aprile l’importo verrà erogato in automatico sul conto corrente. Chi ha cessato l’attività tra aprile e il mese successivo ha tempo fino al 16 settembre per presentare la domanda. La domanda va presentata alla propria cassa di previdenza con le indicazioni dei propri dati personali e dell’iban bancario o postale al quale accreditare la somma e presentando la propria carta d’identità e il codice fiscale. Le casse previdenziali si sono già messe al lavoro per pagare il prima possibile il bonus al maggior numero di fruitori e pare siano già pervenuti i primi bonifici sul conto dei beneficiari.

LEGGI ANCHE-> Scuola: manifestazione nazionale a Roma il 26 settembre

Se vuoi essere sempre informato, seguici anche sulle nostre pagine FacebookInstagramTwitter Telegram

 

 

 

 

 

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!