Assemblea studentesca contro l’omofobia. La Lega tuona: “Manca il contraddittorio”

Un’assemblea studentesca organizzata in un liceo di Verona sul tema dell’omofobia duramente contestata da un onorevole della Lega secondo il quale mancherebbe il contraddittorio alle argomentazioni esposte

I ragazzi del liceo di Villafranca di Verona hanno organizzato online un’assemblea studentesca che come tema ha “Omotransfobia e Lgbtqi+, contro natura?”. L’incontro che si terrà il prossimo 18 febbraio vedrà come unico relatore Luigi Turri, ricercatore di storia e antropologia del vicino oriente antico all’Università di Verona e attivista del Milk Planet.

Un tema delicato su cui i giovani hanno deciso di confrontarsi sulle discriminazioni subite nella storia dal mondo LGBT e che ha scatenato l’attacco di Vito Comencini, deputato leghista. Secondo l’onorevole del partito di Matteo Salvini mancherebbe all’evento il giusto contraddittorio. In realtà precisa Comencini che  sarebbe bene che all’interno dell’assemblea venissero esposte argomentazioni che analizzano il calo demografico e la “crisi” della famiglia in Italia.

Le repliche all’onorevole della Lega che si oppone all’assemblea contro l’omofobia

Attraverso questo tipo di assemblee – ha dichiarato l’onorevole leghista – si permette all’ideologia gender di entrare nelle scuole con buona pace del confronto democratico tanto caro alla sinistra“. Per Comenicinie anche per genitori e professori” infatti, sarebbe più produttivo confrontarsi su altre priorità.

La richiesta di un contraddittorio del deputato leghista Comencini hanno immediatamente innescato le reazioni sia degli studenti coinvolti che di autorevoli associazioni come la CGIL di Verona. Secondo i promotori dell’assemblea studentesca, l’incontro è apolitico ed ha lo scopo di analizzare le discriminazioni subite dalla comunità LGBT nella storia e di come come si siano evolute le leggi. Uno scopo quindi puramente didattico che “fa tristezza vedere strumentalizzato in questo modo“.

Dura la replica anche della CGIL di Verona che oltre ricordare al deputato che il diritto all’assemblea da parte degli studenti è sancito dalla Costituzione. “Accendere un dibattito in un luogo di cultura è da sempre garanzia della nascita di un pensiero plurale che sia lontano dal radicalismo“. Per il sindacato scaligero quindi “chi ha promosso questa sorta di aggressione politica sembra ignorare completamente la missione educativa che la scuola deve porsi”.

LEGGI ANCHE -> Omofobia. Cliente di un hotel insulta coppia gay e viene allontanato

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!