Appuntamento in Sicilia: riparte “Le Vie dei Tesori”

Sicilia Vie Tesori (foto dal web)

Riparte oggi 12 settembre il Festival siciliano de Le Vie dei Tesori, giunto all’edizione numero 14, e forte del successo degli anni precedenti. Nel 2020 saranno 14 le città e i borghi da poter visitare, lungo i 9 week end fino all’8 novembre

Il Festival è nato nel 2006 per un’iniziativa dell’Università di Palermo, in celebrazione del bicentenario dell’Ateneo, ma talmente ampia è stata – già nei primi anni – la partecipazione di turisti e cittadini, che l’evento annuale è entrato nel calendario delle manifestazioni di massimo interesse turistico della Regione siciliana.

Le Vie dei Tesori trasforma la città di Palermo e gli altri Comuni partecipanti in un grande museo diffuso, con l’apertura al pubblico di siti di grande interesse storico, artistico e scientifico, ma solitamente chiusi. O ancora con la proposta di piccole perle nascoste, preziose ma davvero poco conosciute ai più, così come le visite nei luoghi più famosi a un costo molto accessibile e con immancabile visita guidata, in una rete tra istituzioni sia pubbliche che private. Ma è anche un’occasione di itinerari tematici per le città, eventi artistici contestualizzati nei vari luoghi e convegni.

Quest’anno si parte da 7 città, per tre fine-settimana, fino al 27 di settembre: Messina, Caltanissetta, Trapani, Marsala, Mazara del Vallo, Bagheria, Sciacca e Sambuca di Sicilia. Dunque, il 3 ottobre, si passa a Palermo, insieme a Monreale, Catania, Ragusa, Noto e Scicli.  I “tesori” da visitare sono oltre 450, tra palazzi storici monasteri, cripte, giardini, terrazze segrete, musei scientifici e altro ancora, luoghi spesso chiusi o molto poco pubblicizzati.

LEGGI ANCHE -> Le Marche fra le “Meraviglie” di Alberto Angela

Le Vie dei Tesori, cosa vedere questa settimana in Sicilia

Sicilia Vie Tesori (foto dal web)

Già da questo fine settimana sono moltissimi i siti e le esperienze disponibili, nonché spesso sorprendenti: in provincia di Palermo si va dalla wunderkammer  “Oasi Blu” a Bagheria, o le esperienze di immersione subacquea e il tour in barca a vela nel comune di Santa Flavia. A Messina previste anche passeggiate sulle tracce della città medievale o sulle orme degli antichi cavalieri; Sambuca di Sicilia, eletto nel 2016 Borgo più bello d’Italia, proporrà anche le sue cave di pietra, così come una passeggiata fino all’acropoli a mille metri d’altezza. Se a Trapani avrete l’occasione di visitare la Tonnara Bonagia, a Marsala c’è la possibilità di un volo su un Piper sportivo sorvolando la “Via del sale” che passerà per le saline e sopra l’isola di Mozia.

Ancora non disponibili i programmi dei centri che partiranno ad ottobre, ma nella sola Palermo sono già previsti un centinaio di siti,e non mancheranno di sicuro le attrazioni ogni anno molto quotate, come il giro sotterraneo tra i qanat, gli acquedotti arabi sotto la città. Si possono comunque già acquistare i coupon, anche on-line sul sito, sempre molto vantaggiosi e consigliati per godere di un buon numero di ingressi.

L’edizione 2020 è naturalmente adattata alle esigenze Covid-19, e le visite sono predisposte in tutta sicurezza: gli ingressi sono ragionevolmente contingentati, ed è dunque caldamente suggerita la prenotazione. Tutte le informazioni sul sito ufficiale de Le Vie dei tesori.

LEGGI ANCHE -> Il Molise esiste: 5 mete da non perdere assolutamente

 

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

torna su
futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!