Afghanistan, il Covid non ferma le studentesse, in migliaia all’aperto per l’esame di ammissione all’università

Afghanistan donne studentesse università

Nonostante l’emergenza coronavirus e i conflitti armati, arrivano immagini di speranza dall’Afghanistan, dove gli studenti hanno dovuto sostenere l’esame di ammissione all’Università all’aperto e seduti a terra

Sono stati circa 210.000 i giovani diplomati, aspiranti universitari che nei giorni scorsi hanno affrontato la prova per poter entrare alla Kankor University , e a causa delle regole per il contenimento del coronavirus, lo hanno fatto in maniera composta, distanziati, seduti sotto al sole e all’aperto in spiagge e campi sportivi.

Le immagini delle studentesse che hanno fatto il giro del Web

 

studentessa Afghanistan
studentessa Afghanistan (foto web)

Le foto più rappresentative arrivano dalla provincia di Daykundi, nel centro Afghanistan, una delle zone più povere e devastate dalla guerra, a rafforzare il messaggio positivo è soprattutto il fatto che tra gli studenti erano presenti moltissime donne, una in particolare, è fotografata mentre svolge il test mentre tiene il suo bambino in braccio.
Queste foto stanno diventando un simbolo, prova di una positiva evoluzione per un concreto cambiamento in merito all’emancipazione femminile in Afghanistan, un paese dove purtroppo i livelli di alfabetizzazione femminile sono bassissimi, infatti fino a qualche anno fa, durante il regime dei Talebani e il fondamentalismo islamico, alle donne era stato negato ogni diritto compreso quello all’istruzione ma ancora oggi si stima che solo due bambine su tre sono incoraggiate dalla famiglia a frequentare la scuola
I post condivisi sui social, da vari reporter, hanno colto l’attenzione di tantissime persone, diventando presto virali a dimostrazione del fatto che anche in un momento difficile ci può essere una positiva speranza di cambiamento.

Le foto delle ragazze Afgane che non rinunciano al loro sogno di entrare a studiare all’università nonostante la loro condizione svantaggiata, nonostante la guerra, la pandemia e la povertà , mostrano al mondo come non abbiano mai smesso di lottare per seguire le proprie aspirazioni alla ricerca di un futuro migliore

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente che non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

Siamo una realtà indipendente
che
non riceve nessun tipo
di finanziamento.
Aiutaci a realizzare il nostro sogno,
dona anche tu

futuranews

Iscriviti alla nostra Newsletter:
per te tante sorprese!